Recupero iva e deducibilità fiscale

I benefici fiscali della “deducibilità a titolo di perdita” e del “Recupero IVA” sono dettagliatamente disciplinati dalla legge, al fine di evitare abusi interpretativi da parte dei contribuenti.

Deducibilità a titolo di perdita

Le imprese commerciali con fatturato annuo superiore ad €.100.000.000, possono portare in deduzione fiscale – sotto il profilo dell’imposizione diretta – i crediti di valore fino ad €.5.000, senza aver l’obbligo di provarne la inesigibilità, purchè siano scaduti da almeno sei mesi.

Se il fatturato annuo è inferiore ad €.100.000.000, il limite della deducibilità scende ad €.2.500.

Il requisito della inesigibilità, richiesto per la deduzione fiscale di tutti i crediti di valore superiore ad €.5.000/2.500, può essere ottenuto in tre diverse modalità:

  • Esito infruttuoso di procedura esecutiva (pignoramento  negativo – ricavato dalla vendita insufficiente)
  • Apertura di procedura concorsuale (fallimento – concordato preventivo – liquidazione coatta amministrativa – amministrazione straordinaria – accordo di ristrutturazione dei debiti – piano attestato di risanamento)
  • Cessione pro-soluto, nell’ambito della quale la deducibilità è pari alla differenza tra il valore del credito ed il prezzo di vendita.

Recupero IVA

Mentre la deducibilità fiscale opera sul piano dell’ imposizione diretta, il “Recupero IVA” attiene alla imposizione indiretta.

Per il conseguimento di tale vantaggio, non è previsto alcun limite di valore, né la possibilità di avvalersi dello strumento della cessione pro-soluto.

La sola strada percorribile è quella della Tutela Giudiziale, nelle due diverse versioni della procedura esecutiva e della procedura concorsuale.

  • Esito infruttuoso di procedura esecutiva (pignoramento negativo – ricavato della vendita insufficiente – ecc…)
  • Esito infruttuoso di procedura concorsuale (da far valere  al termine della procedura, fatte salve nuove disposizioni di legge)

Il “Recupero IVA” rappresenta una grande opportunità, sotto il profilo della Tutela Giudiziale dei Crediti, garantendo la copertura delle spese processuali, in caso di esito negativo, ed affrancando, per tale via, il creditore da ogni rischio economico.

ACTA è professionalità!

Brochure